Inclusione sociale

Record nel triathlon per Zanardi in Austria!

Record nel triathlon per Zanardi in Austria!

Sulla strada verso il Campionato mondiale alle Hawaii, l’ambasciatore del marchio BMW Alessandro Zanardi ha migliorato il suo record personale in una gara di triathlon sulla lunga distanza.

Domenica 2 luglio, il cinquantenne italiano ha gareggiato nel triathlon Austria-Kärnten a Klagenfurt e ha tagliato il traguardo dopo 9 ore, 8 minuti e 38 secondi.

La competizione si è svolta sulla stessa distanza di quella alle Hawaii, dove il miglior tempo di Zanardi finora era di 9:40.37. Quasi 3 mila atleti hanno preso parte al triathlon di Klagenfurt e Zanardi si è classificato al 27° posto assoluto.

L’evento in Austria comprendeva 3,8 chilometri di nuoto nel lago Wörthersee, 180 chilometri di ciclismo e 42,2 chilometri di corsa. Zanardi ha completato la distanza con la sola potenza delle sue braccia: nuotando, con il suo handcycle e con la sua carrozzina olimpica.

Il pilota ufficiale BMW ha sfruttato la gara per prepararsi ulteriormente per il suo terzo leggendario triathlon alle Hawaii nel mese di ottobre. Quest’anno, si è concentrato più che mai sulla disciplina del triathlon e ha adattato di conseguenza il suo programma di allenamento.

“È una sensazione fantastica finire la gara con questo grande tempo”, ha detto Zanardi. “Mentre partecipi alla gara, pensi che non lo rifarai mai più. E l’ho pensato molte volte. Ma quando finisce, è semplicemente bellissimo. Dopo la prima parte della sezione ciclistica, ho avuto all’improvviso un grande black-out. Ero veramente stanco, ho regolato il mio ritmo e in qualche modo sono riuscito a gestire la gara, non soltanto per finirla ma per finirla molto bene”.

“Sono felicissimo per la velocità che ho registrato nella parte riservata al ciclismo. Nuotare è stato più faticoso rispetto a Kona, perché l’acqua salata è decisamente preferibile”, ha continuato.

“E poi, per quanto riguarda la corsa nella mia carrozzina olimpica, penso di aver fatto un importante miglioramento dal punto di vista tecnico; ma oggi non è stato proprio possibile raggiungere una buona velocità a causa del traffico. Quando ci si trova in una maratona con un circuito breve di due giri, nel secondo ci si trova come a Times Square a New York alla Vigilia di Capodanno. Ma alla fine sono riuscito a completare la gara in un tempo molto buono. Certamente sarebbe stato ancora meglio finire un secondo sotto le nove ore, ma oggi non è stato tecnicamente possibile. In generale, è stata una buona preparazione in vista delle Hawaii. Penso di essere diventato un triatleta migliore di quanto non lo fossi due anni fa quando vi ho gareggiato l’ultima volta”.

Il triathlon delle Hawaii avrà luogo il 14 ottobre nell’area di Kona sulla Big Island.

Nessun commento

Lascia un commento