Inclusione sociale

BMW Italia lancia la Boccia Paralimpica

Boccia

Boccia Paralimpica: continua l’avvicinamento a Tokyo 2020. A Milano sfida per il tricolore e passerella per gli atleti della Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali (Fispes) in vista dei prossimi European Para Youth Games (EPYG).

La Boccia è sempre stata un’attività ricreativa fino a quando è stata introdotta ai Giochi Paralimpici di New York del 1984. Lo scorso weekend al PalaIseo di Milano si è tenuto il campionato italiano: c’erano 8 squadre provenienti da tutta Italia. E oltre 39 atleti si sono contesi il titolo tricolore a squadre e a coppie.

Il titolo a squadre è stato vinto dalla Polisportiva Superhabily, oro quindi. Secondo il club Orange Bowl, terzo gradino del podio per Anshaf Trieste. Nella specialità a coppie BC3 con formazioni miste tra squadre, l’oro va a Carlotta Visconti (Sportento) e Mirco Garavaglia (Superhabily). Per Carlotta detta “Cocca”, protagonista anche alla Scuola SciAbile di Sauze d’Oulx powered by BMW Italia, si tratta di una conferma.

Boccia paralimpica è il progetto che nasce in partnership tra BMW Italia e FISPES a marzo del 2016. In 18 mesi il numero di tesserati è passato da zero a oltre 100 in tutta Italia.

Il gioco consiste in quattro periodi per le gare individuali o a coppie. Sei periodi nelle competizioni a squadre. L’obiettivo è lanciare le sfere il più vicino possibile al jack, la palla-target.

“Nel viaggio verso Tokyo 2020, il prossimo passo per gli azzurri della boccia saranno i Giochi Europei Paralimpici Giovanili di cui BMW è sponsor tecnico“, ha commentato il Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di BMW Italia Roberto Olivi. “Crediamo fortemente che una azienda debba reinvestire nel tessuto sociale in cui vive. Restituire parte del proprio successo e l’inclusione sociale è uno dei valori etici che ci guida”.

“Sono particolarmente orgoglioso di questa sfida che, a parer mio, incarna in modo esponenziale lo spirito paralimpico. Dare voce allo Spirito, alla Mente e al Corpo a dimostrazione che nulla è impossibile” ha dichiarato il Presidente FISPES Sandrino Porru. “Ho accolto con entusiasmo e profondo piacere la volontà da parte di BMW di vivere insieme questa ambiziosa esperienza. BMW, nel perseguire la sua missione verso il sostegno alla mobilità, dimostra di saper unire la gestione economico-finanziaria di azienda a una forte azione di inclusione sociale delle persone con disabilità. Il progetto “SpecialMente”, che BMW promuove da tempo, ne è grande esempio“.

FISPES: Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali
La FISPES, Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali, nata nel 2010, è una Federazione Sportiva Paralimpica riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico e presieduta dal Presidente Sandrino Porru, che si occupa di proseguire e perseguire, senza scopo di lucro, le finalità sportive di livello promozionale ed agonistico, allora promosse dallo stesso Ente ed ora delegate, nelle forme ed alle condizioni che garantiscano sempre il rispetto della dignità della persona in condizione di disabilità, anche nella sua partecipazione all’attività sportiva.
È di competenza della FISPES il coordinamento delle seguenti attività sportive:

  • Atletica Leggera, praticabile da soggetti deambulanti o non, di tutte le disabilità fisiche e sensoriali.
  • Tiro a Segno, praticabile da soggetti deambulanti o non, di tutte le disabilità fisiche.
  • Rugby in Carrozzina, praticabile da soggetti non deambulanti con lesioni equiparabili alla tetraplegia.
  • Calcio per disabili fisici, praticabile da soggetti deambulanti affetti da cerebrolesioni lievi.
  • Boccia, praticabile da soggetti deambulanti o non, affetti da cerebrolesioni gravi.

Per informazioni: www.fispes.it

Nessun commento

Lascia un commento