L’idea

SpecialMente è un viaggio. SpecialMente è un racconto. SpecialMente è un mondo fatto di passione, di cultura, di inclusione sociale, di innovazione. Nasce dalla voglia del BMW Group Italia di raccontare le iniziative, le idee, i momenti particolari. Per poterli condividere e ricordare. Per poter mostrare tutto quello che fa parte dell’azienda e che va oltre il prodotto a due o quattro ruote. Ma non solo.

In Italia nel 2017, nella rinnovata edizione del Reputation Track che da quest’anno include tutti i colossi mondiali e non più soltanto le prime 100 aziende del ranking Mediobanca, ci siamo confermati nella top ten, noni assoluti e secondo brand automotive dopo la Ferrari. In particolare lo scoring della parte di responsabilità sociale è cresciuto di oltre due punti rispetto al 2016.

Da cosa nasce questo? Da tanti elementi. Qui ci piace ricordarne alcuni.

Dal 2002 siamo partner del Teatro alla Scala di Milano. Dal 2016 siamo soci fondatori sostenitori.

Nel 2003 abbiamo condiviso con la scuola di sci di Sauze d’Oulx in Piemonte, l’idea di progetto Sciabile che finora ha fatto sognare e divertire oltre 900 ragazzi disabili.

Dal 2013 supportiamo attivamente in Italia il programma Intercultural Innovation Award sviluppato dal BMW Group e da UNAOC (United Nation Alliance of Civilization) che mira a favorire il dialogo tra i popoli.

Nel 2014 insieme all’Università Bicocca di Milano abbiamo portato oltre mille tra studenti, operatori culturali, media e istituzioni a confrontarsi sul tema dell’Intercultura in un convegno dedicato.

Sempre nel 2014 abbiamo dato vita ad una iniziativa insieme a Dynamo Camp, l’associazione che si occupa di terapia ricreativa nata su un’idea di Paul Newman, e l’ospedale San Raffaele di Milano per aiutare i giovani colpiti da malattie neurodegenerative a vivere un’esperienza inclusiva e unica a San Marcello Pistoiese, sede di Dynamo Camp. Quando si è trattato di dare un nome a quest’ultimo progetto, una mattina quasi per magia, è nata l’idea di chiamarlo SpecialMente. Perché speciali sono le persone che lo animano e lo vivono, così come i ragazzi che lo sperimentano. “Mente” perché questo è il settore di ricerca che sosteniamo dal 2002 (quello delle staminali adulte del cervello) per tentare di dare, oggi, delle risposte scientifiche che possano tramutarsi in speranza, domani.

Dalo scorso anno abbiamo lanciato, insieme alla FISPES, il progetto Tokyo 2020 per portare per la prima volta una rappresentativa paralimpica italiana ai giochi.

Il nome, poi, è diventato così forte da diventare “il cappello” di tutte le nostre attività di Corporate Social Responsibility (CSR), ovvero di responsabilità sociale d’impresa. Attività che hanno visti coinvolti direttamente non solo i manager dell’azienda, ma tutti i collaboratori, i concessionari, i partner, gli amici.

E allora ci siamo domandati perché non farlo diventare anche un sito. Un luogo, come dicevamo all’inizio, dove raccontare cosa facciamo come azienda, ma anche dove ospitare contributi esterni per favorire il confronto, il dibattito, il pensiero.

SpecialMente.it è un viaggio che comincia ora per andare lontano, con l’ambizione di trovare tanti compagni con i quali condividere un tratto di strada.

E allora, per restare in tema, non ci resta che accendere i motori e partire:

www.specialmente.bmw.it

Buona lettura