Inclusione sociale

La boccia paralimpica “by BMW” cresce

La boccia paralimpica "by BMW" cresce

BMW Italia in occasione dei sui 50 anni, di cui celebra l’anniversario nel 2016, ha rafforzato considerevolmente i progetti di responsabilità sociale d’impresa, sia espandendo il raggio d’azione delle attività esistenti, sia introducendo nuove iniziative. Una di queste è stata BocciaRio, un programma sviluppato dalla FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) che aveva come obiettivo di creare una nazionale azzurra di boccia paralimpica che potesse partecipare alle selezioni per Rio2016 con lo scopo di fare esperienza e poter poi provare a qualificarsi per Tokyo 2020.

All’interno di questo programma sono state pianificate tante attività di diversa natura, tutte volte a far crescere il movimento e a portarlo al livello dei paesi europei di riferimento nel settore, come la Spagna e il Portogallo.

Proprio in questa direzione andava il corso di formazione per arbitri e tecnici della Boccia paralimpica organizzato dalla FISPES in collaborazione con la società Superhabily e con il patrocinio del Comune lombardo, svoltosi a Sesto San Giovanni. Un evento di grande successo.

Sono stati più di 30 gli iscritti: oltre ai club già attivi nella Boccia, c’erano anche partecipanti provenienti da regioni come l’Emilia Romagna, la Sicilia e la Puglia interessati ad introdurre la disciplina paralimpica nel loro territorio.
Il corso per arbitri incentrato sul regolamento tecnico è stato tenuto dalla referente della Nazionale italiana Liliana Pucci Aranda.

Al termine del corso gli iscritti hanno dovuto superare un esame finale scritto, cui seguirà la prova pratica in occasione dei Campionati Italiani a squadre e a coppie del prossimo dicembre.

Il corso per tecnici era affidato al coach della Nazionale spagnola Inmaculada Penalver Gomez, la quale ha approfondito temi relativi alla tecnica e tattica di gioco e alle diverse tipologie di allenamento per le varie categorie di competizione.

Il Presidente della FISPES Sandrino Porru e il Sindaco di Sesto S. Giovanni Monica Chittò hanno fatto visita ai corsisti durante le lezioni.

Nessun commento

    Lascia un commento

    *

    code