Inclusione sociale

BMW Motorrad Italia continua la partnership con la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili.

BMW Motorrad Italia continua la partnership con la Onlus Di.Di. Diversamente Disabili.

BMW Motorrad Italia e Diversamente Disabili: ci vuole coraggio per esprimere le proprie passioni e, molte volte, si rendono indispensabili gli strumenti e la tecnologia più avanzate per permettere ai sogni di tornare ad essere realtà.

“Gli uomini hanno sempre cercato di accrescere le proprie capacità attraverso strumenti e tecnologie. Voi, se poteste scegliere, quale vorreste? Noi abbiamo scelto questa: la moto”. Questo il motto della Onlus Di.Di Diversamente Disabili di Emiliano Malagoli, il centauro “bionico”, deciso a condividere la propria passione per la moto, nonostante il gravissimo incidente su strada che gli ha causato l’amputazione di una gamba.

La Onlus Di.Di Diversamente Disabili nasce con l’obiettivo di promuovere verso i giovani disabili l’attività sportiva come elemento di recupero e inclusione sociale attraverso varie attività, tra cui:

Una scuola guida con moto adattate e istruttori con la stessa disabilità degli allievi.

Un team di piloti “speciali”.
Il primo campionato al mondo, nazionale (Octo Bridgestone Cup) e internazionale (International Bridgestone Handy Race e Dream World Bridgestone Cup) dedicato a piloti disabili che dal 2017 ha debuttato anche in alcune tappe di MotoGP e WorldSBK.

Grazie alla collaborazione tra BMW Motorrad Italia e la Onlus Di.Di.Diversamente Disabili di Emiliano Malagoli, sono già molti i risultati ottenuti negli ultimi due anni con attività volte a riavvicinare al mezzo più sportivo per antonomasia anche le persone con mobilità ridotta.

BMW Motorrad ha dato un contributo fondamentale per l’avvio di corsi di guida in moto per disabili organizzati dalla Onlus con le BMW F 800 R equipaggiate con un adattamento speciale, e i risultati raggiunti sono stati incredibili: circa 240 ragazzi disabili si sono rimessi in moto, e oltre 50 patenti speciali AS sono state rilasciate ad altrettanti soci della Onlus.

In pista con l’Althea BMW Racing Team, inoltre, Emiliano Malagoli ha raggiunto numerosi traguardi a bordo della sua BMW S 1000 RR, adattata per l’occasione.

Tra i molti risultati ottenuti, la vittoria del trofeo Di.Di. Bridgestone Cup 2017, un ottimo secondo posto alla International Bridgestone Handy Race di Le Mans (MotoGP 2018) e la medaglia di bronzo alla International Bridgestone Handy Race di Le Mans (MotoGP 2017).

Insieme ad Alex Zanardi, Emiliano Malagoli è anche testimonial di SciAbile, progetto nato nel 2003 dalla collaborazione tra il BMW Group Italia e la Scuola di Sci Sauze d’Oulx Project, che proprio quest’anno ha tagliato il traguardo simbolico dei 15 anni, a conferma di essere uno dei pilastri della strategia di Corporate e Social Responsibility di BMW Italia, SpecialMente.

In un’ottica di inclusione sociale e responsabilità collettiva, BMW Motorrad continua il suo percorso sulla strada dell’impegno, affinché nessuno resti fuori dall’adrenalinico mondo delle due ruote.

Nessun commento

Lascia un commento