Inclusione sociale

Due medaglie per Alex Zanardi ai mondiali di handbike di Maniago

Due medaglie per Alex Zanardi ai mondiali di handbike di Maniago

Il BMW Brand Ambassador Alessandro Zanardi aggiunge alla sua collezione di medaglie di para-ciclismo una medaglia di bronzo e una d’argento.

Durante il fine settimana, si sono svolti i Campionati Mondiali di Para-Ciclismo su strada UCI 2018 a Maniago. Zanardi, dieci volte campione del mondo nel para-ciclismo, ha gareggiato in tre competizioni: la cronometro individuale di venerdì, la gara su strada di sabato e la team-relay di domenica.

Folle di fan si sono riversati a Maniago per tifare gli atleti che hanno gareggiato a temperature molto elevate. Nella cronometro individuale di venerdì, Zanardi è arrivato terzo dietro a Oscar Sanchez (USA) e Tim De Vries (NED) e si è aggiudicato la medaglia di bronzo.

Nella gara su strada di sabato, Zanardi ha dimostrato ancora una volta che arrendersi non è un’opzione per lui; era in lizza per il podio ma all’ultimo giro è stato coinvolto in un incidente con altri piloti. Un concorrente si è schiantato contro la barriera su un angolo difficile e ed è rimbalzato nella pista, colpendo un altro pilota.

Zanardi non ha avuto modo di evitarli ed è stato colpito da dietro. Di conseguenza, la sua handbike è stata gravemente danneggiata. Zanardi aveva con sé una ruota anteriore di ricambio nell’auto di assistenza. Si è fermato per cambiare la ruota anteriore, ma non aveva il ricambio per la ruota posteriore destra danneggiata anch’essa nell’impatto. Nonostante l’incidente, ha continuato la gara con la ruota posteriore danneggiata e alla fine ha raggiunto il traguardo in ottava posizione.

I campionati del mondo si sono conclusi domenica sera con la team-relay. Zanardi ha gareggiato nella nazionale italiana con i suoi connazionali Paolo Cecchetto e Luca Mazzone. Da inizio a fine gara, gli atleti italiani si sono battuti con la squadra degli Stati Uniti mancando la medaglia d’oro di soli pochi centimetri, quindi vincendo l’argento dietro la squadra statunitense.

“È stato un evento fantastico”, ha dichiarato Zanardi. “Porterò a casa con me l’incredibile entusiasmo di quella folla enorme che mi ha davvero sorpreso. Ho gareggiato per tutta la vita in diverse discipline sportive, ma non ho mai provato nulla del genere. Certamente hanno tifato ed applaudito per tutti gli atleti, ma ognuno dei presenti ha avuto un pensiero per me e il loro supporto mi ha motivato e spinto a raggiungere un buon risultato. Questa volta, abbiamo vinto una medaglia d’argento nella staffetta e una medaglia di bronzo nella cronometro. Non sono stato molto fortunato, soprattutto nella corsa su strada, ma devo ammettere che i miei avversari erano davvero forti e molto meglio preparati di quanto pensassi.”

Zanardi è ora in viaggio per Vallelunga, dove continuerà a prepararsi per la sua partecipazione al DTM a Misano tra tre settimane e proverà per due giorni in questa settimana la sua BMW M4 modificato appositamente per la sua partecipazione al DTM.

Nessun commento

Lascia un commento