Inclusione sociale

SpecialMente ha raggiunto 1 milione di persone!

SpecialMente ha raggiunto 1 milione di persone!

Il progetto SpecialMente ha raggiunto 1 milione di persone coinvolte dal 2001 ad oggi, attraverso tutte le attività svolte sul territorio da BMW Italia e le interazioni attraverso il sito e i canali social.

“E’ un numero che ci fa immensamente piacere condividere con voi – ha dichiarato Massimiliamo di Silvestre, Presidente e A.D. di BMW Italia nel corse degli incontri con i media di fine anno – che testimonia il grande lavoro di team che abbiamo fatto sia a livello aziendale, sia attraverso l’impegno dei nostri collaboratori, sia attraverso le iniziative (sempre crescenti) della nostra rete dei concessionari”.

“Essere responsabili, per noi – ha proseguito di Silvestre – significa affrontare questi temi con grande attenzione e una visione globale, consapevoli delle attese che gli stakeholder hanno nei nostri confronti. Anche per questo motivo, nel 2019 in Italia il BMW Group è risultato essere il terzo per reputazione dopo Ferrari e Ferrero nel ranking di Reputation Institute e il terzo nel Best Corporate Brands di Gfk, collocandoci nella fascia di eccellenza assoluta di queste ricerche come primo player straniero”.

Tantissimi i progetti realizzati in questi anni dalla piattaforma SpecialMente, in campi molto diversi quali:

1 – La partnership con Dynamo Camp e Ospedale San Raffaele grazie alla quale BMW Italia ha dato vita ad una iniziativa dalla duplice valenza.

2 – la scuola di SciAbile di Salice d’Ulzio che dal 2003 ad oggi ha portato in pista 1.500 disabili per più di 13mila ore di lezione;

3 – Il progetto Boccia paralimpica che ha creato dal nulla un movimento che oggi conta più di 200 atleti e che sta facendo enormi progressi per cercare di portare la nostra nazionale a Tokyo 2020 per la prima volta nella storia del nostro Paese. Uno dei nostri ragazzi è veramente molto in alto nel ranking mondiale e speriamo possa farcela;

4 – Il progetto Diversamente Disabili che ha rimesso in moto oltre 300 motociclisti amputati o ha fatto vivere l’esperienza di girare in pista a ragazzi con differenti disabilità.

5 – La donazione di MINI all’impresa sociale Food for Soul di Massimo Bottura che lotta contro lo spreco alimentare e che attraverso i refettori offre pasti gratuiti alle persone bisognose, sfruttando il valore inclusivo di un pasto;

6 – I due progetti supportati da BMW Roma “Made in Rebibbia” e “Romanes” che si concentrano sul recupero e formazione di alcuni detenuti del carcere romano e sul supporto alla squadra locale di rugby su sedia a rotelle.

BMW Italia ritiene che questa sia la strada da seguire e che le attività di responsabilità sociale d’impresa non solo debbano essere integrate nella strategia, ma rappresentino il modo di restituire alla società in cui opera parte del successo che il mercato le riconosce.

Di strada insieme ne è stata fatta tanta con SpecialMente, ma tanta ne resta da percorrere!

Nessun commento

Lascia un commento