Culture

Prendi la targa, un viaggio della memoria con Giorgio Terruzzi

Prendi la targa, un viaggio della memoria con Giorgio Terruzzi

Domani 17 novembre è il giorno di lancio dell’iniziativa “Prendi la targa, venti tappe italiane per fare memoria” sul canale Instagram di BMW Italia, sul sito www.bmw.it/prendilatarga su www.specialmente.bmw.it. e su www.ifoodies.it.

I contenuti editoriali verranno pubblicati con cadenza settimanale. Il progetto ideato dal giornalista e scrittore Giorgio Terruzzi, nasce dalla partnership di BMW Italia con iFoodies, la App dedicata alla scoperta del territorio e delle eccellenze enogastronomiche italiane nata nel 2013 e sostenuta sin dall’inizio dalla filiale italiana della Casa di Monaco.

Compagna di viaggio la BMW X1, da quest’anno disponibile anche nella variante ibrida plug-in.

“Prendi la targa – ha spiegato Giorgio Terruzzi – è un viaggio sentimentale italiano. Venti luoghi per venti storie, fissate da una piccola targa per dare memoria ad un posto che contiene un’avventura e una natura; un eroismo, un affetto, un’emozione. Qualcosa che riguarda ciascuno di noi, perché una storia, per essere preziosa, deve toccare l’anima, i sentimenti di chi ascolta, anche se sembra lontana, non pertinente”.

“Prendi la targa – ha poi concluso Terruzzi – è un viaggio per dare un’emozione, un guizzo, una scheggia di memoria connessa a uomini, donne, luoghi, oggetti che ci appartengono e appartengono a questo Paese meraviglioso, ad una cultura italiana così piena di figure d’eccezione, lampi e di magia”.

Il progetto si basa su un viaggio italiano in venti tappe, dal Friuli alla Sicilia e ritorno, al volante della BMW X1. Ogni tappa coincide con un luogo legato ad un personaggio, ad un avvenimento, ad un film, ad una canzone.

Ogni tappa comporta la creazione di una piccola targa che leghi il passato al presente. Lo scopo di questo viaggio è quello di realizzare un carnet di viaggio su diversi livelli.

Il primo livello è quello di una serie di foto cartoline che scandiscano un diario del narratore e del mezzo, una BMW X1, che gli permette di viaggiare.

In secondo luogo, la realizzazione di un racconto enfatico, romantico, divertente in coincidenza di ogni tappa. Un testo, quindi, da registrare alla stregua di un breve podcast e da pubblicare sul web in modo da generare una collana per appuntamenti destinata ai fruitori.

Da ultimo, la possibilità, in futuro, di realizzare una pubblicazione che raccolga il viaggio e un certo numero di targhe disseminate lungo il territorio.

Queste sono le venti tappe:

1. Sequals – Primo Carnera
2. Venezia – La corte di Corto Maltese
3. Roncole Verdi – Le ali dorate di Guareschi
4. Rimini –Il Rex di Fellini
5. Pennabilli – Tonino Guerra e il Santuario dei pensieri
6. Chiaravalle – Maria Montessori in lutto
7. Ostuni – Il Grande Vecchio
8. Castellaneta – Ciao Rudy
9. Cosenza – I Fratelli Bandiera
10. Salina – Il Postino di Neruda
11. Madonie – La Targa di Giulio Masetti
12. Napoli – Agostino ‘O Pazzo
13. Napoli – Il fantasma di Diego
14. Roma – Nel blu di Modugno
15. Roma – Truman Capote e la sua Lola
16. Barbiana – Don Lorenzo Milani
17. Genova – L’ombra di Paganini
18. Bossolasco – L’ ultimo Fenoglio
19. Dubino – il sentiero di Bonatti
20. Milano – Derby Club

1 Commento

  • Rispondi
    Stefania
    20 Novembre 2020 at 17:21

    Ho ascoltato la prima tappa su Carnera. Mi ha emozionato ed è un racconto così ben descritto che l’ho “visto”. Davvero bello e toccante.

  • Lascia un commento