Culture

Napoli – Il fantasma di Diego.
Il racconto di Giorgio Terruzzi dedicato a Maradona.

Napoli – Il fantasma di Diego. Il racconto di Giorgio Terruzzi dedicato a Maradona.

Il fantasma di Diego Maradona tra le vie di Napoli. Per rendere omaggio al grande campione viene anticipata la pubblicazione del racconto a lui dedicato, che fa parte del progetto “Prendi la targa, venti tappe italiane per fare memoria” ideato dal giornalista e scrittore Giorgio Terruzzi e realizzato grazie alla partnership di BMW Italia con iFoodies.

Le venti storie raccontate dalla inconfondibile voce di Terruzzi sono pubblicate con cadenza settimanale e sono raggiungibili dal canale Instagram di BMW Italia, sul sito www.bmw.it/prendilatarga su www.specialmente.bmw.it e su www.ifoodies.it.

«Vetrate e terrazze a Posillipo. Un edificio a due piani, intonaco sbrecciato, piastrelle scheggiate, architettura squadrata da dopoguerra. Via Scipione Capece è un’oasi da privilegio partenopeo. Residenze protette e ombreggiate, silenzio, una ragazza bellissima e mora che si allena, corre su e giù per via Orazio abbronzata e sudata. Diego Armando Maradona abita qui, da allora, per sempre, scende a mare pure lui, ad ogni ora del giorno, della notte, un caffè da Ciro a Mergellina, via Caracciolo come una passatoia verso il cuore di Napoli, cosi simile al suo.»

Inizia così il racconto in cui Giorgio Terruzzi dipinge il ritratto del campione, partendo dalle vie della sua Napoli. Anticipiamo la pubblicazione del racconto inserito tra le venti storie narrate dal giornalista e scrittore nel suo viaggio sentimentale italiano.

Puoi ascoltarlo qui:

La pubblicazione dei racconti riprenderà con la regolare cadenza settimanale a partire dal prossimo martedì.

Per maggiori informazioni sul progetto:

https://www.press.bmwgroup.com/italy/article/detail/T0320861IT/bmw-x1-e-ifoodies-insieme-nel-progetto-%E2%80%9Cprendi-la-targa-venti-tappe-italiane-per-fare-memoria%E2%80%9D-di-giorgio-terruzzi-on-air-dal-17-novembre-2020

1 Commento

  • Rispondi
    Luigi
    26 Novembre 2020 at 12:17

    Molto interessante

  • Lascia un commento