Culture

OSTUNI – IL GRANDE VECCHIO.
OTTAVA TAPPA DEL VIAGGIO DI GIORGIO TERRUZZI PER IL PROGETTO “PRENDI LA TARGA” IN COLLABORAZIONE CON BMW E IFOODIES

Ostuni - Il Grande Vecchio

Ostuni: per l’ottavo dei venti racconti del suo viaggio il giornalista e scrittore Giorgio Terruzzi  ha fatto tappa in Salento. Il progetto “Prendi la targa, venti tappe italiane per fare memoria” è realizzato grazie alla partnership di BMW Italia con iFoodies. La pubblicazione delle venti storie raccontate dalla inconfondibile voce di Terruzzi è prevista con cadenza settimanale. Tutte le storie sono raggiungibili dal canale Instagram di BMW Italia, su www.bmw.it/prendilatarga, su www.specialmente.bmw.it e su www.ifoodies.it.

«E’ un paese delle meraviglie. Dove può accadere di tutto perché il potere della fantasia si gonfia, enorme, al pari di quelle forme grigie, monumentali. E’ una emozione da viandante, da piccolo uomo, di fronte alla solennità della natura.

Dove siamo? Lungo una strada stretta e dolce che da Ostuni porta al mare. Rosa Marina. La linea turchese, blu cobalto, compare e svanisce tra le dune basse mentre attorno, ovunque, loro stanno. Così imponenti da richiedere una attenzione assoluta. Rallentare e poi fermarsi, abbandonare ogni mezzo meccanico, procedere nel terreno molle, camminando lentamente, sempre di più, sino, a fermarsi al cospetto di questi giganti. Padri eterni in meditazione. Ulivi. Un esercito di colossi, un patrimonio senza confronti. Muti, non proprio. I capelli sono ciuffi verdi issati, spioventi, sopra corpi che conquistano e attirano lo sguardo con una intensità che fa quasi spavento. Così resto, preso, rapito da queste curve muscolari, nell’attesa che ciascuno di loro si muova, le radici come tentacoli scuri, che avanzi, mi abbracci, avvolgendomi sino a farmi scomparire, trasformandomi in un’appendice propria, perenne, salda e indefinita.»

Pubblichiamo come di consueto l’inizio del racconto, inserito nel progetto “Prendi la targa”, che è possibile ascoltare interamente, letto dalla voce di Giorgio Terruzzi, qui:

 

La pubblicazione dei restanti contenuti editoriali avverrà con cadenza settimanale ogni martedì.

Nessun commento

Lascia un commento