Culture

COSENZA – I FRATELLI BANDIERA.
È IL DECIMO RACCONTO DI GIORGIO TERRUZZI PER IL PROGETTO “PRENDI LA TARGA” IN COLLABORAZIONE CON BMW E IFOODIES

COSENZA - I FRATELLI BANDIERA

Cosenza è la tappa che segna il giro di boa del viaggio del giornalista e scrittore Giorgio Terruzzi. Il decimo racconto del progetto “Prendi la targa, venti tappe italiane per fare memoria”, realizzato grazie alla partnership di BMW Italia con iFoodies, è online. La pubblicazione delle venti storie raccontate dalla inconfondibile voce di Terruzzi è prevista con cadenza settimanale. Tutte le storie sono raggiungibili dal canale Instagram di BMW Italia, su www.bmw.it/prendilatarga, su www.specialmente.bmw.it e su www.ifoodies.it.

«“Viva l’Italia!”. Lo gridarono davanti al plotone di esecuzione, eroicamente, romanticamente, in nome di un ideale e di una parola che oggi appare fuorimoda. Patria. Si chiamavano Attilio ed Emilio Bandiera, nati a Venezia il 24 maggio 1810 e il 20 giugno 1819, figli di un ammiraglio della flotta austrica. Fucilati qui, dove comincia il Vallone di Rovito, Cosenza, 25 luglio 1845. A loro è dedicata una piazza rumorosa e sospesa sul Crati, il fiume che attraversa la Calabria, poca acqua sotto gli argini alti. Via dei Martiri, ovviamente, trenta metri per scendere a sinistra guidati dagli archi del ponte che sostiene la ferrovia. Sono gli stessi che compaiono nelle stampe dell’epoca, lo sfondo inconfondibile dell’esecuzione. Qualche passante, un bar sprovvisto di ciò che sta in ogni bar, una strada che si fa sterrata, il monumento che ricorda quella fine scontata e amara, un piccolo parco intitolato ai due fratelli il cui cognome resta in circolo, scollegato ad uno straccio di biografia. »

Pubblichiamo come di consueto l’inizio del racconto, inserito nel progetto “Prendi la targa”, che è possibile ascoltare interamente, letto dalla voce di Giorgio Terruzzi, qui:

 

La pubblicazione dei restanti contenuti editoriali avverrà con cadenza settimanale ogni martedì.

Nessun commento

Lascia un commento