Culture

Roma – Nel blu di Modugno. Quattordicesimo racconto di Giorgio Terruzzi per il progetto “Prendi la Targa” in collaborazione con BMW e iFoodies

Roma – Nel blu di Modugno

Si svolge a Roma e ha per protagonista Domenico Modugno la quattordicesima tappa del viaggio del giornalista e scrittore Giorgio Terruzzi. Il racconto numero tredici del progetto “Prendi la targa, venti tappe italiane per fare memoria”, realizzato grazie alla partnership di BMW Italia con iFoodies, è online. La pubblicazione delle venti storie raccontate dalla inconfondibile voce di Terruzzi è prevista con cadenza settimanale. Tutte le storie sono raggiungibili dal canale Instagram di BMW Italia, su www.bmw.it/prendilatarga, su www.specialmente.bmw.it e su www.ifoodies.it.

«“Un giorno di autunno nel 1957, scoppiò un gran temporale su Roma. Mimmo suonava al piano nella nostra casa di piazza Cardinal Consalvi, a Ponte Milvio, quando all’improvviso la finestra si spalancò e tutti i fogli volteggiarono in aria. Rapito, Mimmo prese a cantare “Volare oh, oh”. Esultò. “Mancava questo!”. Fissò il momento su un registratore da due soldi…”.

Il racconto è di Franca Gandolfi, moglie di Domenico Modugno. Piazza Cardinal Consalvi è uno squarcio lungo il Tevere. Ponte Milvio è cosa da passeggiate romantiche e in qualche modo siamo in tema.

La casa in questione, numero civico 8, come otto sono i piani, è un palazzo che fu moderno nel dopoguerra. Guardo in su, immaginando una stanza, i suoi mobili, il pianoforte, quei fogli trasportati dal vento, lui, Mimmo, che scrive le ultime note.

“Nel blu dipinto di blu”. L’avrebbe incisa nel febbraio successivo, 1958. L’avrebbe cantata a Sanremo in coppia con Johnny Dorelli. Modugno: un esordiente. Si, ma quando, nel suo smoking azzurro, spalancò le braccia con quel “Volare oh, oh” venne già il teatro.»

Pubblichiamo come di consueto l’inizio del racconto, inserito nel progetto “Prendi la targa”, che è possibile ascoltare interamente, letto dalla voce di Giorgio Terruzzi, qui:

 

La pubblicazione dei restanti contenuti editoriali avverrà con cadenza settimanale ogni martedì.

Nessun commento

Lascia un commento